Il download del mese:

Riforma Pensioni: ultime news su pensione anticipata, Quota 96 e precoci

Riforma pensioni, ultime news per emendamenti in arrivo su Quota 96 e lavoratori precoci

Si torna a parlare di lavoratori precoci e di Quota 96, visto che la politica sembrerebbe muoversi ancora una volta in favore dei pensionandi rimasti colpiti dalla legge Fornero. Il condizionale è però d'obbligo perché molte volte le iniziative di singoli o di gruppi interni ai partiti sembravano promettere bene, mentre il tutto si è concluso con un nulla di fatto. Ricordiamo anche che i lavoratori precoci sono coloro che hanno subito un innalzamento dei requisiti per l'accesso alla pensione proprio in prossimità dell'agognato traguardo, mentre i Quota 96 sono insegnanti e lavoratori ATA della scuola che il diritto alla pensione l'avrebbero addirittura già maturato; purtroppo sono rimasti tagliati fuori a causa di una svista nella legislazione del 2011.

L'Onorevole Giacobbe del PD: "non ci sono impegni chiari sulla previdenza"

Sul problema appena sottolineato sarebbe intervenuta l'Onorevole Giacobbe del Partito Democratico, spiegando che l'esecutivo Renzi ha mancato di accogliere le istanze dei lavoratori, nonostante le promesse fatte in precedenza. Afferma Giacobbe: "la materia previdenziale è stata poco considerata dal Governo nel disegno di legge di stabilità, non essendo state prese in considerazione misure per risolvere in via definitiva le questioni dei lavoratori esodati, dei lavoratori della scuola appartenenti alla cosiddetta quota 96 e dei lavoratori precoci, nonostante la Nota integrativa al disegno di legge di bilancio [...] richiami specificamente gli impegni del Governo in materia previdenziale."

I lavoratori chiedono soluzioni, ma le ipotesi restano al ribasso

Purtroppo la politica si conferma ancora come troppo distante dalle reali esigenze dei lavoratori disagiati. Le soluzioni che stanno emergendo ad inizio novembre prevedono in ogni caso che la maggior parte del "costo" sia riversato sulle spalle degli stessi individui che hanno subito l'esclusione dalla tutela previdenziale. D'altra parte, le ipotesi attualmente in discussione parlano di Quota 100 o di mini pensione attraverso un prestito pensionistico anticipato dall'inps, che il futuro pensionato dovrà restituire attraverso l'addebito di alcune rate sulla futura mensilità. Uno scenario che alcuni interpretano come ulteriormente punitivo, dopo l'irrigidimento delle regole di comparto che risalgono a quasi tre anni fa. E voi, cosa pensate al riguardo? Fateci sapere la vostra idea con un commento all'articolo. Se invece volete restare aggiornati sul tema della pensione anticipata, potete iscrivervi alla newsletter inserendo la vostra mail nel campo "seguimi" in alto a sinistra.

Nessun commento:

Posta un commento

!-- Codice per accettazione cookie - Inizio -->